IMPEGNO

L’offerta Progotan si caratterizza per la continuità della presa in carico. 

shutterstock_695041681.jpg

IL GIUSTO MIX

UN BUON PIATTO HA BISOGNO DEI GIUSTI INGREDIENTI

Ciò è fondamentale in una patologia come il Parkinson, in cui i problemi connessi alla motivazione portano il paziente all’inattività. L’utilizzo delle più moderne tecnologie applicate alla riabilitazione consente poi di monitorare costantemente e in maniera oggettiva lo stato di salute psicofisico. 

Gli esperti Progotan hanno la possibilità di intervenire tempestivamente e di evitare che il Parkinson evolva in maniera sfavorevole.  Il protocollo fornisce anche consigli e informazioni che consentiranno al paziente di affrontare meglio la malattia, andando a modificarne lo stile di vita. 

LA FORZA DEL GRUPPO

E UN BUON PIATTO LO SI APPREZZA DI PIÙ SE CONSUMATO IN BUONA COMPAGNIA

Infine, entrando nella nostra comunità, sarà possibile trarre dal gruppo tutte le energie e la giusta motivazione che servono per non arrendersi e per combattere la battaglia alla malattia, così da ottenere una qualità di vita migliore.

Alzando le mani in alto
shutterstock_1410433652.jpg

IL METODO

UNA SOLUZIONE PER TUTTI

Il Metodo Progotan ONE si sviluppa in 3 cicli da 12 settimane durante le quali al paziente vengono proposte, in alternanza, sedute individuali in presenza e sedute online con la frequenza richiesta di  tre incontri a settimana, dove gli specialisti mettono in pratica le discipline classiche unite a quelle complementari. 

L’obiettivo delle sedute in presenza è quello di monitorare costantemente le performance e lo stato di salute psico-fisico dell’individuo durante il soggiorno terapeutico, per potenziarne le abilità residue e, dove possibile, rallentare il corso naturale della malattia. 

Le sedute online mirano a mantenere i progressi raggiunti con le sedute in presenza e a fornire supporto laddove non sia ancora presente un centro Progotan nelle vicinanze.

Grazie al metodo Progotan il paziente può usufruire della consulenza online dei migliori esperti ovunque risieda, senza rinunciare al contatto con un operatore formato durante le sedute in presenza.
 

I PRINCIPI DI LAVORO

UNIRE LE COMPETENZE 

Il protocollo Progotan One prevede la presa in carico di tutti gli aspetti della malattia di Parkinson in un’ottica interdisciplinare. 
 

  • Cosa significa?

  • Che non ci limitiamo a proporre ai nostri pazienti esercizi di fisioterapia, logopedia, yoga, tai chi o tangoterapia, ma individuiamo gli elementi indispensabili al loro benessere psicofisico (l’equilibrio, la forza, la resistenza, la postura ecc) e chiediamo ai nostri terapisti di potenziarli con le tecniche delle discipline scelte;

  • questo genera consapevolezza grazie al dialogo costante e agli incontri informativi. In  una  patologia dove lo stile di vita gioca un ruolo fondamentale. 

  • accrescere la conoscenza e la cultura della malattia è fondamentale. Un Parkinson vissuto con consapevolezza è un Parkinson vissuto meglio;

  • si avvale del supporto della tecnologia. Grazie alla partnership con Tecnobody, azienda leader nel settore dei macchinari per la riabilitazione, disponiamo di un quadro estremamente preciso e costantemente aggiornato delle performance del paziente e del suo stato di salute generale.

shutterstock_1404292778.jpg
IMG_20210628_092457.jpg