© 2023 by Progotan®

SENIOR

Molte sperimentazioni recenti e meno hanno sottolineato l’importanza del cosiddetto “approccio multidisciplinare” che abbina la classica riabilitazione ad attività motorie complementari.

 

Proprio grazie alle sue caratteristiche, il tango può essere usato per unire alcune specificità di molte professioni sanitarie, un “fil rouge” per elaborare dei percorsi terapeutici multidisciplinari di gruppo e personalizzati. Ecco le discipline alle quali attingono i modelli di procedura PROGOTAN SENIOR
 

  • Psicologia

  • Psichiatria

  • Neurologia

  • Sociologia

  • Chinesiologia

  • Ergoterapia

  • Fisioterapia

  • Danzaterapia

  • Musicoterapia​

FISICO-CORPOREO

Il tango è una disciplina rigorosa che insegna a tenere una postura corretta ed elegante da praticare con concentrazione, il che mantiene la mente occupata ed allontana le preoccupazioni. Inoltre, ballando i livelli di endorfina salgono favorendo il buonumore.

Migliorare la mobilità e la sicurezza:

Si tratta di un’attività semplice ma comunque rigorosa che insegna a tenere una postura corretta e i suoi passi lenti alternati a passi veloci contribuiscono a migliorare la muscolatura e a controllarla meglio durante il movimento. 
 

Per esempio uno studio canadese, condotto da Patricia McKinley, ha mostrato che “ballare il tango argentino può avere effetti favorevoli anche sull'apparato muscolo-scheletrico, migliora la velocità dei movimenti e la stabilità e l'equilibrio negli anziani a rischio di cadute molto più di un programma di camminate".

Migliorare il controllo muscolare
Passi lenti alternati a passi veloci contribuiscono a migliorare la muscolatura e a controllarla meglio durante il movimento.


Favorire l’elasticità delle articolazioni
Un lavoro che come diretta conseguenza il miglioramento fisico specifico per poter eseguire movimenti più fluidi.


Aumentare la salute cardiovascolare
Lo sforzo fisico che richiede è davvero moderato ma comunque efficace perché contempla il coinvolgimento di masse muscolari rilevanti, cosa che determina l’efficienza dell’apparato cardiovascolare.


Rafforzare ossa e muscoli
Con la giusta sollecitazione di muscoli e ossa contribuire al loro mantenimento in buona salute, oltre a favorirne il rafforzamento.
 

Obbiettivi

Migliorare la coordinazione psicomotoria
Con l’obiettivo di assecondare le possibilità del corpo, abbiamo sviluppato degli esercizi che favoriranno la coordinazione.


Allenare la memoria
Molti studi hanno certificato che ballare da risultati impressionanti sulla cervello e le sue funzioni. La danza, infatti, riduce notevolmente il rischio di Alzheimer e altre demenze, stimolando l’acutezza cognitiva più di tante altre attività.


Acquisire fiducia nelle proprie potenzialità
Con la pratica si mira a far acquisire sempre maggiore fiducia in se stessi e far diventare l’anziano più sicuro delle proprie capacità. 


Alleviare stress e ansia 
Il ballo è un’esperienza positiva, non solo perché suscita in maniera quasi istintiva il riso e il divertimento, ma anche perché permette a livello chimico di alleggerire la tensione nervosa e la depressione in cui facilmente si cade ogni giorno.


Accettazione
Accettazione della diversità (di genere, interculturale, disabilità), ricontattando il senso di appartenenza ad un gruppo con all’interno delle diversità più o meno evidenti.

 
Socializzare divertendosi
Una bella occasione di aggregazione con stile, l’occasione di svagarsi e ritrovarsi con vecchi amici e amiche anche fuori dalle solite strutture, l’occasione per vivere momenti importanti, gradevoli e in comunione. 

“Gli uomini, abbigliati camicia e pullover o in giacca e cravatta ma tutti vestiti in modo sobrio e dignitoso; 
le signore con il vestito, quello bello, con quei piccoli vezzi che spesso fanno tenerezza ed eleganza: il classico collier con orecchini regalategli dalla mamma e, non può mancare un pizzico di trucco civettuolo.”


Stare insieme, parlare, ballare e creare legami.

finalità

Rivalorizzazione
Aumento dell’autostima con il recupero dell’identità, dell’auto immagine corporea e della fiducia in sé.


Riabilitazione fisica
Miglioramento del livello di salute attraverso la riabilitazione della motricità, dell’equilibrio neurovegetativo, del senso di armonia fisica.


Attività
Recupero del sentirsi utile con esercizi di riabilitazione alla camminata, di coordinazione, e di mobilizzazione armoniosa.


Equilibrio emozionale
Miglioramento della qualità affettiva nelle relazioni umane.
Miglioramento della comunicazione. 

ASPETTO PSICOLOGICO

Essendo basato sulla distinzione dei ruoli, il tango argentino va a lavorare incentivando la parte leader (più attiva), dando più intenzionalità e determinazione, con uno stile di comando chiaro e continuo, ma al contempo rassicurante e protettivo.
 

Per la follower (più recettiva), migliora la sensibilità, la capacità di attesa senza prendere iniziativa, la predisposizione all'ascolto dell’altro. Non si lascia però condurre passivamente: prova il piacere di lasciarsi portare, esprimendo comunque la propria presenza e partecipazione con uno stile personale.

Aspetto di comunicazione-relazione

Nel tango non si parla, ma permette di esprimere molto di sé attraverso il linguaggio del corpo. Tramite l’abbraccio, si entra in un contatto immediato e piuttosto intimo anche tra sconosciuti. Oltre che nell’ambito della coppia, la relazione si crea anche con le altre coppie presenti contemporaneamente in pista, nel rispetto delle quali occorre fare attenzione alla gestione degli spazi, delle distanze e delle direzioni;

Entrare nel mondo del tango porta e parlarne, studiarlo e analizzarlo, questo perché bisogna dare dei mezzi per poter lavorare anche a casa, creare un fil rouge:

  • nascita di amicizie che li portano ad uscire e creare gruppo, stare insieme, il tango è aprirsi agli altri e ad uscire dal proprio isolamento, spesso causa delle depressioni legate a queste malattie;

  • indicato per il caregiver formale e informale come attività ludico-ricreativa.

  • Il caregiver o famigliare di un anziano ha  molto da fare e il ruolo che ha assunto non è sicuramente facile. Questa attività è un modo per gettare nuove basi relazionali con l'anziano e, non da ultimo, un'occasione di svago anche per chi assiste il malato: divertirsi, socializzare e, per esempio in milonga, tartagliarsi del tempo per se stessi pur essendo comunque all'interno di un`attività comune.

senior in struttura

Durata dei cicli:
Non c’è una durata specifica e ogni struttura o corso può essere adattato alle esigenze del gruppo o del singolo utente.


.